Eudechio Feleppa

Eudechio Feleppa è nato a Napoli e durante gli studi di giurisprudenza comincia ad interessarsi di musica e fotografia. Studia canto con Michael Aspinal e poi con Pino De Vittorio presso il Centro di Musica Antica Pietà de i Turchini di Napoli. Nel 1996 entra nella compagnia teatrale Media Aetas e, diretto dal maestro Roberto De Simone, prende parte in veste di cantante/attore a La gatta cenerentola nei maggiori teatri italiani ed europei. Dal 1999 al 2002 studia fotografia presso l’Istituto Superiore di Fotografia e Comunicazione Integrata di Roma (I.S.F.C.I.), conseguendo il Master Triennale. Negli anni successivi amplia la sua formazione in seminari tenuti da Vittorio Storaro, Giovanni Chiaramonte, Massimo Canevacci, Mario Cresci, Fabio Mauri, Douglas Kirkland, Mario Sasso, Rinko Kawauchi. Le sue fotografie sono presenti in varie collezioni private e alcuni lavori sono stati acquisiti dall’archivio DOCVA, centro di documentazione per le arti visive, Careof e Viafarini di Milano. Ha realizzato video d’artista, cortometraggi, e due docu-film autoprodotti.
Lavora anche in ambito commerciale e realizza immagini di corporate per professionisti, aziende, enti pubblici, editoria.
Attualmente vive a Roma.

La ricchezza di una formazione così trasversale all’interno dei linguaggi espressivi, segna profondamente la mia ricerca sia sul piano linguistico sia su quello concettuale. Un'azione che sottende differenti metodi e non la reiterazione di una impronta soggettiva. Credo che la coerenza di un autore sta nel pensiero che riesce a costruire mettendo insieme i tasselli, anche molto variati fra di loro, non nel fare pedantemente lo stesso gesto confrontandosi sempre con lo stesso tema.
L’apparecchio fotografico è sempre stato per me uno straordinario mezzo di conoscenza. La mia fotografia cerca di confrontarsi con l'autenticità del proprio procedere, la necessità del farsi forma. È mossa da un continuo spirito interrogativo e critico sull'operare che è sempre pronto a modificare percorso e vigile a non cedere alla maschera semplificatoria del virtuosismo o della drammatizzazione.
Secondo me il contenuto di verità di una fotografia non sta nella verifica di una teoria precostituita o di una precostituita ideologia ma nell'essere un'avventura che dà qualche spaesamento, che mette in gioco la propria identità, le nostre certezze. Osservare, annotare, scrivere, fotografare, è un processo di presa sul mondo che educa la mia sensibilità a intuire cosa accade là fuori in modo che la forma sia consapevolmente strutturata per includere "a sistema" l'altro, lo spettatore.
Si tratta più che altro di sconfinamenti tra osservazione sensibile, denuncia, documentazione e ricerca dettagliata. Il dispositivo fotografico per me ha il fascino di una sospensione tra oggettività e soggettività. Da un lato la capacità analitica di uno sguardo da lontano, ma coinvolto. Dall’altro il salto mortale di una soggettività che è in grado di far parlare la realtà senza caricarla del proprio sguardo.



ESPOSIZIONI
2003: Galleria S.Fedele, Spazio Hoepli, Milano; 2006: Visioni di fine secolo, Fotografia Festival Internazionale di Roma; 2007: Visioni, Su Palatu Centro per la Fotografia, Villanova Monteleone (SS); 2009: Dimensione massima 10×12 cm., Festival Internazionale di Roma; 2009: Teranova tour poetry, Centro Culturale Francese S. Luigi di Francia, Roma; 2010: Little big press, Fotoleggendo, Officine Fotografiche, Roma.

PREMI
2002: Vincitore borsa di studio presso l ‘I.S.F.C.I., Roma; 2002: Vincitore Premio Le Logge nell’ambito del Toscana Foto Festival, Grosseto; 2002: Vincitore Premio Canon Giovani Fotografi, Milano; 2003: Vincitore Honorable Mention Europa/Africa nell’ambito del Fourth Polaroid International Photography Awards, N.Y. (USA); 2007: Segnalazione come giovane autore italiano presso il Fotomuseum Winterthur, nella Svizzera tedesca; Premio Metra 2008; Premio In Arch Campania 2010

PUBBLICAZIONI
2003: P-Magazine, Polaroid international photography magazine, editore Polaroid Europe; 2006: Visioni, Soter editrice, testi di Giovanni Chiaramonte e Viviana Gravano; 2014: Dentro Casa, Principe editore; 2014: Ristrutturare – Casa chic, Lotus editore; 2014: Vero casa, Guido Veneziani editore; 2014:Dear design e arredo.

email

eudechiofeleppa@hotmail.comprivacy

social

me on Facebook me on Instagram

Share
Link
https://www.eudechiofeleppa.com/about
CLOSE
loading