Eudechio Feleppa
«

Inerzie (2017/in corso)

Inerzie è un’investigazione percettiva nel mondo degli oggetti. Un’esplorazione di materie, trame e forme che attivano un’esperienza insolita e sfuggente, tranquillizzante e insieme oscura. Sono infatti oggetti che non appartengono né alla realtà interna né al mondo esterno ma si situano in uno spazio potenziale tra i due, in una dimensione transizionale. Li ho fotografati in spazi a me familiari ma senza esserne emotivamente coinvolto. Eppure una nuova empatia, una sottile spinta, persistente, calma, quasi meccanica (inerte), mi ha motivato; esonerati e devitalizzati, essi assecondano, con la loro immobilità mimetica, la tentazione di svanire nello sfondo. Inerzie è un ciclo di lavori in itinere: attualmente include Anatomia, ricerca della struttura essenziale di oggetti concreti e Interfaccia, una riflessione sulla superficie come permeabile luogo di confine nello spazio di relazione tra interno ed esterno.

Testo di approfondimento
Ci sono situazioni della vita comune che passano completamente inosservate, perché sono fragili, difficili da catturare e soprattutto perché  per la loro ambiguità e complessità sono spesso destinate a essere risucchiate nell'oblio. Per scrivere di questo lavoro devo necessariamente tornare a una serie fotografica da me realizzata nel 2013 dal titolo Alongside (Accanto) e riferire sinteticamente dell'esperienza che l'ha generata.

Mi trovavo accanto al letto di una persona cara che soffriva ormai da circa tre anni e che di lì a qualche settimana, ci avrebbe lasciati. Da tempo ormai l'atmosfera era di seria preoccupazione, tensione, incertezza. In quel pomeriggio silenzioso lei dormiva ed io ero lì nella stanza. A un certo punto, approfittando della quiete, stancamente cominciai a perlustrare lo spazio di quella stanza con la macchina fotografica e poi tutta la casa. Mentre lo facevo, mi accorgevo che stavo vivendo quegli spazi a me familiari sin dall'infanzia con una nuova empatia. Fu una strana sensazione. Non ero emotivamente coinvolto ma motivato da una sottile spinta, insistente e che non mi abbandonava. Era un'esperienza psichica non emotiva, quasi automatica, calma, meccanica. Non so se avesse a che fare con la volontà ma fu qualcosa di necessario. Realizzai così le fotografie di Alongside.

Qualche tempo dopo, riguardando le immagini di Alongside, capii che quello fu un viaggio tattile nel regno delle cose. Un'esperienza che mi procurò una benefica sensazione di espatrio e venne incontro al bisogno potente, in quel momento, di non avere più a che fare con me stesso, di archiviarmi, di mettermi da parte, di liquidarmi a favore di un'alterità benigna perché capace di farsi sentire al mio posto. Alongside è stata per me la testimonianza che spostandosi verso zone sovraesposte della nostra esperienza, verso situazioni limite in cui la vita psichica è intensamente sollecitata, possiamo incontrare una dimensione estraniante, perturbante, in cui la sensibilità si mette alla prova saggiando le materie del mondo. 

È sulla traccia di questa particolarissima condizione che si è venuta a delineare una ricerca che, come spesso avviene in fotografia, ha agito carsicamente e che ho deciso di approfondire e fissare nel recente ciclo che ha per titolo Inerzie, una investigazione percettiva nel mondo della materia. Alla base di questo commercio c'è un bisogno di gravitazione, di deposizione, di caduta nelle cose. Un esercizio mimetico di immobilità cui segue la tentazione di svanire nello sfondo. Questo "passaggio all'esterno" produce una sensazione di esonero e di devitalizzazione che libera dal fardello della propria presenza. Un espatrio della vitalità che cede il posto all'inerzia dell'inorganico.

Inerzie / anatomia
1 / 10 enlarge slideshow
Inerzie / anatomia
Inerzie / interfaccia
2 / 10 enlarge slideshow
Inerzie / interfaccia
Inerzie / anatomia
3 / 10 enlarge slideshow
Inerzie / anatomia
Inerzie / anatomia
4 / 10 enlarge slideshow
Inerzie / anatomia
Inerzie / interfaccia
5 / 10 enlarge slideshow
Inerzie / interfaccia
Inerzie / interfaccia
6 / 10 enlarge slideshow
Inerzie / interfaccia
inerzie / anatomia
7 / 10 enlarge slideshow
inerzie / anatomia
Inerzie / anatomia
8 / 10 enlarge slideshow
Inerzie / anatomia
Inerzie / interfaccia
9 / 10 enlarge slideshow
Inerzie / interfaccia
inerzie / anatomia
10 / 10 enlarge slideshow
inerzie / anatomia
loading